Tel. 099 8442755
Sostituire vecchi infissi con un profilo in PVC con all’interno il sofisticato sistema RAU-FIPRO

Gli infissi della linea VISCONTE HP sono l’ideale per chi pretende il massimo dell’efficienza energetica. I profili in armatura piena in RAU-FIPRO® consentono di eliminare gli spifferi e di risparmiare ogni anno più di 1.000 litri di energia destinata al riscaldamento e al raffreddamento. Hanno il vantaggio, inoltre, di isolare gli edifici efficacemente anche dal rumore. Sono facili da pulire grazie alle superfici antipolvere. Inoltre, l’impiego di guarnizioni dalla forma innovativa riduce la pressione di chiusura e semplifica l’azione di apertura e di chiusura della finestra.

LA MIGLIORE FINESTRA PER LE CASE PASSIVE

La riduzione degli sprechi è un fattore determinante per realizzare edifici ad elevato risparmio energetico.
VISCONTE HP, in combinazione con vetri adeguati, è adatto alle case passive. La struttura del materiale in fibra composita con armatura piena consente di rinunciare al rinforzo in acciaio, con la conseguente eliminazione dei ponti termici. Il sistema è dotato di guarnizione centrale e moduli termici opzionali. Installato a una normale profondità di montaggio consente di ottenere valori di isolamento termico in conformità con lo standard per le case passive.

RAU-FIPRO INFISSI
RAU-FIPRO composito
RAU FIPRO

I materiali in fibra composita sono formati da due componenti principali: il materiale di base e il materiale fibro-rinforzato. L’interazione tra i due materiali migliora notevolmente le proprietà generali del composto. La linea VISCONTE HP è realizzata in RAU-FIPRO®, un innovativo PVC rinforzato con fibre. Il RAU-FIPRO® conferisce alle finestre eccezionali proprietà di isolamento termico: Lo strato di rivestimento in PVC, applicato sopra la struttura del profilo di base in RAU-FIPRO®, rende la superficie della finestra estremamente liscia e ne garantisce un’elevata definizione (superficie HDF). I materiali in fibra composita sono utilizzati anche nel settore aeronautico e in Formula 1.

PROGETTAZIONE DEL PROFILO

I profili telaio – anta, devono presentare in direzione dei flussi termici almeno 6 camere.
La funzionalità delle camere deve essere dimensionata, in modo che, possa accogliere i profili di rinforzo con una profondità di almeno 35 mm, nonché idonei moduli termici. La profondità del profilo finestra è di almeno 86 mm, l’altezza della battuta ammonta a 20 mm per l’anta e 26 mm per il telaio. Il fissaggio della ferramenta portante è garantito da almeno tre pareti in PVC o in aggiunta, da un rinforzo in acciaio. In base al sistema, l’inserimento dei rinforzi devono soddisfare i requisiti statici specificati. Le guarnizioni devono essere intercambiabili. Negli angoli le guarnizioni possono essere inserite su tutta la circonferenza oppure da saldare insieme definitivamente.

SUPERFICIE / COLORAZIONE

La superficie deve essere resistente alla luce nonché alle intemperie e all’invecchiamento. Dopo un ciclo di 5000 h nel tester allo Xenon 450 con ciclo 102/18, la variazione di colore non deve superare il grado 3 della scala dei grigi secondo la normativa ISO 105-A03. La superficie dei profili rivestiti deve essere costituita da una pellicola acrilica stabile al colore con base portante in PVC, unita in maniera omogenea al corpo base in PVC-U modificato, senza ridurne la resistenza di saldatura. Deve garantire un’elevata protezione all’abrasione, ai danni meccanici, nonché avere elevate caratteristiche antigraffio.

RINFORZI INTERNI

I rinforzi interni dovranno essere realizzati dello spessore minimo di 15 decimi con forma e lunghezza compatibili con la sezione interna della camera del rinforzo del profilo in PVC.
I rinforzi dei profili devono essere d’acciaio zincato, in modo da essere preservati dalla corrosione. Per i rinforzi interni, lo strato di zinco deve essere di almeno 100 g/m2. Detti rinforzi dovranno essere saldamente ancorati al profilo in PVC con viti zincate a partire da una distanza di 50 mm dall’angolo interno dell’anta-telaio e con frequenza non superiore a 500 mm (profili bianchi) e 250 mm (profili rivestiti).
Serramenti di forma e altezza particolare dovranno essere rinforzati comunque soddisfacendo la normativa CNR che impone la freccia massima ammissibile non superiore a 1/500 della lunghezza, questo per evitare rotture delle lastre di vetro inserite, nonché infiltrazioni di aria ed acqua.

DRENAGGI

I drenaggi e la compensazione vapore nella zona del vetro devono essere previsti secondo le direttive di lavorazione del fornitore di profili. Il deflusso dell’acqua deve avvenire attraverso una camera di scarico separata. La compensazione vapore del vetro è obbligatoria. Anche in questo caso sono preferibili sistemi con una precamera separata. In linea di principio le asole di scarico devono essere protette dal vento mediante tappi di plastica. È necessario fare attenzione che il deflusso dell’acqua non venga ostacolato da davanzali, piastrelle o similari. Deve essere garantito il deflusso controllato dell’acqua.

VETRAGGI

I profili garantiranno un inserimento del vetrocamera con spessore massimo di 35 mm. Finestre e portafinestre con vetrocamera 4BE-24-6/7 con gas argon e distanziatore termicamente migliorato. Esso è disponibile in 2 colori: RAL 7035 (grigio chiaro, per colori interni chiari) e RAL 9004 (nero, per colori interni scuri). Le vetrate con superficie superiore a 2,5 m2 saranno realizzate sempre con il filo lucido piatto.

CLASSIFICAZIONE DEI PROFILI IN PVC PER ZONE CLIMATICHE

La norma UNI EN 12608 classifica i profili in PVC per zone climatiche. La norma si riferisce ai soli profili di colore bianco o crema con superficie liscia; non si applica ai profili con superfici rivestite, goffrate o coestruse acriliche. In base alla norma in oggetto il territorio Europeo è suddiviso in due zone come si può leggere in tabella.
La zona S è determinata da una delle due opzioni:
1. energia solare maggiore o uguale a 5GJ/m2;
2. temperatura media del mese più caldo maggiore o uguale a 22°C.
In alcune aree geografiche della nostra penisola si rilevano radiazioni inferiori a
5GJ/m2 ma sempre con temperature maggiori di 22°C. Di conseguenza tutto il territorio italiano è classificato Zona S.
I profili in PVC utilizzati da I NOBILI per l’assemblaggio dei serramenti sono estrusi con mescole di tipo S, quindi sono idonei alle condizioni climatiche italiane.